Errori nella traduzione della Guida al Programma Erasmus+

La Guida al programma Erasmus+ è prodotta in inglese e poi tradotta in italiano. Purtroppo ci sono vari errori  di traduzione che in alcuni punti rendono difficile la comprensione, anche su aspetti importanti. Alcuni esempi riferiti alle versioni correnti delle Guide, cioè quella del 16/12/2014 per la versione in italiano e quella del 14/11/2014 per la versione in inglese.

1. Nella Guida in inglese si indicano a pag 107 una serie di priorità per il settore VET (cioè Vocational Education and Training). La traduzione corretta in italiano di Vocational Education and Training è Fomazione Professionale. Nella Guida in italiano (pag.110) VET è stato invece tradotto come IFP, cioè istruzione e Formazione Professionale. In Italia il termine Istruzione e Formazione Professionale indica solo i percorsi formativi destinati ai giovani in età 15-17 anni che devono assolvere l’obbligo scolastico. Perciò chi legge l’elenco delle priorità nella Guida in italiano si fa l’idea che per il resto della formazione professionale non siano previste priorità.

2. Nella Guida in inglese si indica a pag 107 come priorità exploring the potential of
learning analytics and crowd-assessment to increase the quality of learning. Learning analytics andcrowds assessment significano cose specifiche, sono riferite ai MOOCS. In italiano (pag.109) la frase è stata tradotta come esplorare il potenziale dell’analisi dell’apprendimento e la valutazione incrociata per aumentare la qualità dell’apprendimento. La traduzione in senso letterale è giusta, peccato che così si perda ogni riferimento al significato originario.

3. Nella Guida in inglese, in una tabella a pag. 116 dove è indicato l’ammontare del finanziamento per l’attività di gestione del progetto, si indica come importo massimo 2750 € al mese. Questo a significare che in ogni progetto i costi di gestione vengono finanziati per un massimo di 10 soggetti  (2750 corrisponde a 500 € per il soggetto presentatore del progetto + 250 € per 9 partner). Nella Guida in italiano l’informazione è riportata come

Massimo 2
750 EUR al
mese

perdendo così ogni significato e creando così incertezza in chi legge.

3. Nella guida in inglese, in una tabella a pag. 118 dove sono indicati i rimborsi per attività di mobilità, si parla  di Short term joint staff training events, teaching in Intensive Study Programmes and accompanying persons, vale a dire che l’importo della tabella è riferito alle due attività distinte Short term joint staff training events e teaching in Intensive Study Programmes e agli accompagnatori di persone che partecipano a questi due tipi di mobilità. Nella Guida in italiano la frase è stata tradotta (pag.123) come Eventi di formazione a breve termine congiunti del personale docente dei programmi di studio intensivi e degli accompagnatori. In questo modo sembra che l’attività finanziata sia una sola.

5. Nella Guida in inglese si parla di higher education (pag. 107). Il termine indica il settore universitario e organismi assimilati. In Italiano è stato tradotto come ‘istruzione superiore’ (pag. 110). Qui la traduzione è corretta, tuttavia il termine istruzione superiore fa pensare alle scuole medie superiori (molte scuole medie superiori hanno la denominazione ufficiale di istituto di Istruzione Superiore). Anche in questo caso la traduzione è confusiva.

6. Nella Guida in inglese si parla di Dissemination (far conoscere il progetto, incluso i suoi risultati) e Exploitation (far utilizzare i risultati del progetto, vedi pag. 298 e segg.). Il termine Valorization, nella Guida in inglese non compare, ma nella Guida al precedente programma Lifelong Learning (parte 1, pag.55) si dice che il termine indica Dissemination + Exploitation:

‘Valorisation’ is the French equivalent term for ‘dissemination and exploitation
of results’. The two terms [valorization e dissemination and exploitation
of results] are sometimes used interchangeably in English in the context
of the EU Lifelong Learning Programme and its predecessors.

Nella Guida in italiano exploitation è stato tradotto con ‘valorizzazione’ (vedi pag. 312 e segg). La traduzione in sé non è errata, ma con riferimento alla terminologia in inglese utilizzata per i progetti europei crea confusione. Una traduzione migliore di exploitation poteva essere ‘sfruttamento dei risultati’ o ‘utilizzo dei risultati’.

Un altro aspetto negativo relativo alla Guida al programma Erasmus+ è che periodicamente viene emessa una nuova versione. Quella attuale è la Versione 3 (2015) del 14/11/2014. Il problema è che le modifiche non vengono evidenziate. La Guida è di oltre 300 pagine e a ogni modifica bisogna rileggersela tutta cercando di capire cosa è cambiato (in genere si tratta di cambiamenti limitati e di poche righe, ma potrebbero essere anche cambiamenti sostanziali, come nel caso del passaggio dalla versione 1 alla versione 2). Per trovare le modifiche io uso una funzione di word che permette di confrontare file diversi. devo però ogni volta trasformare il file da pdf a word, poi confrontare i file e leggere i risultati. Tutta l’operazione richiede un po’ di tempo. Preferirei se ogni volta ci fosse una tavola con l’elenco delle modifiche.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: